Cos’è la rizoartrosi: sintomi, cause e soluzioni

La rizoartrosi, nota anche come artrosi trapezio-metacarpale, è una forma di artrosi che colpisce l’articolazione alla base del pollice. Si tratta sostanzialmente di una degenerazione del tessuto cartilagineo che riveste l’articolazione tra l’osso trapezio del polso e il primo metacarpo del pollice. Il risultato di questo processo infiammatorio è un’articolazione che diventa dolorosa e difficile da muovere, influenzando notevolmente le attività quotidiane che richiedono la presa e il movimento del pollice. Vediamo quali sono i sintomi, le cause e le cure da seguire quando compare la rizoartrosi.

A cos’è dovuta la rizoartosi

Il pollice ha un ruolo determinante nella maggior parte delle funzioni della mano, ragion per cui la rizoartrosi si rivela particolarmente debilitante per chi ne soffre. Le cause dipendono da svariati fattori e coinvolgono diversi aspetti: età, sesso, fattori meccanici, predisposizione genetica, traumi.

  • La rizoartrosi si manifesta principalmente nelle persone oltre i 50 anni, con una prevalenza significativamente maggiore nelle donne, specialmente in menopausa. Questo suggerisce che i cambiamenti ormonali potrebbero giocare un ruolo nell’insorgenza della malattia.
  • Il pollice è abitualmente sottoposto a uno stress considerevole nelle attività quotidiane che richiedono movimenti di pinza e presa. L’uso ripetuto e prolungato del pollice in attività lavorative o sportive può contribuire allo sviluppo della rizoartrosi, soprattutto in coloro che eseguono lavori manuali che sollecitano frequentemente questa articolazione.
  • Una predisposizione genetica all’artrosi può aumentare il rischio di sviluppare rizoartrosi. Condizioni congenite come la lassità dei legamenti possono predisporre a un maggiore stress articolare e quindi a un’usura più rapida delle superfici cartilaginee.
  • Anche gli infortuni al pollice, come fratture o distorsioni che hanno coinvolto l’articolazione trapezio-metacarpale, possono aumentare il rischio di sviluppare rizoartrosi in un periodo successivo, a causa del danno diretto alla cartilagine o dell’alterazione della meccanica articolare.

Tutti questi fattori, isolati oppure in combinazione tra loro, possono contribuire alla degenerazione della cartilagine nell’articolazione del pollice, portando ai sintomi tipici della rizoartrosi, quali dolore, rigidità e limitazione del movimento.

I sintomi della rizoartrosi

Quando l’infiammazione colpisce l’articolazione alla base del pollice, i segnali sono chiari e possono influenzare in modo significativo le attività quotidiane. Tra i sintomi della rizoartrosi i più diffusi sono i seguenti:

  • dolore persistente alla base del pollice, che si intensifica durante attività che implicano la presa o l’uso del pollice, come aprire barattoli o girare chiavi,
  • rigidità dell’articolazione, che può limitare il movimento e rendere difficili le azioni che richiedono abilità motorie fini,
  • gonfiore all’articolazione del pollice, che può essere accompagnato da una sensazione di calore e, nei casi avanzati, da una visibile deformazione dell’articolazione che si fa più larga e squadrata,
  • rumori anomali durante il movimento del pollice, dovuti alla frizione delle superfici articolari deteriorate;

Questi sintomi possono iniziare gradualmente e peggiorare nel tempo, richiedendo interventi terapeutici per gestire il dolore e mantenere la funzionalità della mano. La diagnosi precoce è fondamentale per evitare l’aggravarsi della condizione e per implementare strategie efficaci di trattamento e gestione, come l’uso di ortesi per il pollice, fisioterapia e, se ritenuto necessario dal medico specialista, l’intervento chirurgico.

Come si cura la rizoartrosi

La comprensione delle cause è utile per individuare le strategie di prevenzione più efficaci e per la scelta dei trattamenti appropriati. La gestione della rizoartrosi può includere un primo approccio non chirurgico per alleviare il dolore, migliorare la funzionalità della mano e curare l’infiammazione per non dover ricorrere all’intervento chirurgico.

Ortesi per il pollice – L’uso di ortesi, come il tutore per immobilizzazione del pollice, è una misura conservativa molto raccomandata. Questi dispositivi aiutano a stabilizzare l’articolazione, riducendo il carico e l’infiammazione, e possono migliorare significativamente i sintomi della rizoartrosi. Studi scientifici hanno dimostrato che l’utilizzo di ortesi può contribuire a diminuire i livelli di dolore e a migliorare le capacità funzionali della mano, soprattutto se indossati regolarmente durante le attività giornaliere​.

Fisioterapia – Sedute di fisioterapia che includono esercizi specifici possono aiutare a mantenere la mobilità del pollice e a rafforzare i muscoli, riducendo così il dolore e migliorando la presa​.

Stile di vita – Adattare gli strumenti di uso quotidiano per ridurre lo sforzo sulle articolazioni del pollice, come l’uso di apribottiglie e chiavi adattate, può aiutare a diminuire il dolore durante le attività quotidiane.

Nei casi più gravi, dove i trattamenti conservativi non sono sufficienti per alleviare il dolore o migliorare la funzione, possono essere considerate opzioni chirurgiche come l’artrodesi (fusione delle ossa dell’articolazione) o la trapeziectomia (rimozione di uno dei piccoli ossi della mano per alleviare il dolore)​.

Torna in alto