Cause e rimedi della nonna per i crampi notturni

uomo seduto sul letto che si massaggia il polpaccio

I crampi notturni sono un disturbo che, pur essendo comune, può avere un impatto significativo sulla qualità del sonno e del riposo. Questi spasmi muscolari improvvisi e dolorosi, che colpiscono prevalentemente di notte, sono generalmente innocui, ma possono causare un notevole disagio e interrompere il normale ciclo di riposo.

Per alleviare i sintomi dei crampi notturni spesso si cerca sollievo nei rimedi della nonna, soluzioni casalinghe spesso tramandate da nonni a nipoti che possono essere di conforto per molti. Bisogna, però, tenere presente che è importante considerare anche l’uso degli integratori alimentari, perché possono offrire un supporto nutrizionale essenziale per prevenire e gestire in maniera efficace i crampi che compaiono nella notte.

In questo articolo, scopriamo sia le cause dei crampi notturni sia i rimedi della nonna più diffusi e affidabili. Vediamo anche come gli integratori possono rivelarsi determinanti nella ridurre la frequenza e l’intensità di questi disturbi. Unire la saggezza popolare con le conoscenze scientifiche moderne ti aiuterà ad avere una panoramica completa per capire cosa fare se soffri di crampi notturni.

Cosa sono i crampi notturni

I crampi notturni, che a tutti capita di sperimentare almeno una volta nella vita, sono contrazioni muscolari involontarie e spesso dolorose. Questi spasmi possono durare da pochi secondi a diversi minuti, lasciando talvolta una sensazione di dolore residuo che persiste per un breve periodo.

Di solito, questi crampi colpiscono i muscoli del polpaccio, ma possono interessare anche altre parti del corpo come i piedi e le cosce. I sintomi tipici includono:

  • improvvisa sensazione di dolore acuto,
  • muscolo duro e palpabile sotto la pelle,
  • difficoltà temporanea nel muovere l’arto colpito.

I crampi notturni sono un fenomeno abbastanza comune, con una prevalenza maggiore nelle persone anziane, ma possono verificarsi a qualsiasi età, con frequenza e l’intensità variabili da persona a persona.

Perché vengono i crampi di notte

Per affrontare efficacemente i crampi notturni, è fondamentale comprendere i motivi che possono scatenarli. Sebbene la causa esatta sia spesso difficile da determinare, ci sono diversi fattori che possono contribuire all’insorgenza di questi spasmi.

Disidratazione. Tra le cause comuni dei crampi notturni c’è la disidratazione. Una scarsa idratazione può alterare l’equilibrio elettrolitico nel corpo, causando crampi.

Sforzo Muscolare. Un ‘eccessivo esercizio fisico o l’uso prolungato dei muscoli durante il giorno può provocare la comparsa di crampi durante la notte.

Carenze nutrizionali. La mancanza di alcuni minerali, come potassio, magnesio e calcio, è spesso collegata all’insorgenza di crampi.

Età avanzata. Con il passare degli anni, i muscoli perdono massa e diventano quindi più sensibili agli spasmi.

Stress e stanchezza. Il sovraccarico di stress e la stanchezza possono influenzare il tono muscolare e causare spasmi.

Posizioni sbagliate. Anche dormire in posizioni che mettono sotto tensione i muscoli può provocare crampi notturni.

Come calmare i crampi notturni

Quando il dolore del crampo notturno ti sveglia all’improvviso, solleva subito le gambe per aiutare la circolazione sanguigna. Quindi con molta delicatezza allunga lentamente il muscolo contratto manualmente. Il forte dolore iniziale passa non appena riesci a stendere il muscolo e a mantenerlo in quella posizione per una decina di secondi.

Applicare un impacco caldo è uno dei tradizionali rimedi della nonna che serve a rilassare la contrazione e alleviare il dolore al muscolo colpito.

Anche un massaggio locale effettuato sulla zona colpita con gli olii essenziali, come l’olio di lavanda o di menta piperita, può offrire sollievo immediato.

Come prevenire i crampi notturni

Per contrastare la comparsa dei crampi notturni si possono adottare alcune buone abitudini, i cosiddetti rimedi della nonna che offre saggiamente soluzioni naturali, che effettivamente funzionano spesso. Mantenere un’adeguata idratazione durante il giorno può aiutare a prevenire i crampi notturni, quindi la prima cosa da fare è bere molto.

Chi non ha un’alimentazione equilibrata, suda molto e disperde sali minerali con l’attività fisica dovrebbe fare attenzione includere nella dieta alimenti ricchi di minerali come potassio, magnesio e calcio, oppure ricorrere agli integratori alimentari.

Imparare delle tecniche di rilassamento come la meditazione o lo yoga aiuta a ridurre il rischio di crampi legati allo stress.

Crea una routine serale rilassante

Per massimizzare l’efficacia dei rimedi della nonna e degli integratori alimentari, un approccio olistico può aiutare a prevenire i crampi notturni e migliorare la qualità del sonno. Completare la cena con integratori specifici, come quelli ricchi di magnesio, che forniscono nutrienti necessari per prevenire i crampi è utile per creare una routine serale mirata alla prevenzione dei crampi.

Dedicare del tempo al relax prima di andare a letto può ridurre lo stress, uno dei fattori scatenanti dei crampi. Tecniche come la meditazione o la lettura possono essere particolarmente utili. Qualche esercizio di stretching leggero come quelli specifici per i polpacci e i piedi, aiuta a rilassare i muscoli e prevenire gli spasmi. Bere una tisana calda oltre a rilassare fornisce la giusta idratazione per evitare dolorosi risvegli notturni.

Torna in alto